loading...

giovedì 23 agosto 2012

Città d'arte e di Wi-Fi




Roma, Firenze, Torino, Venezia: città d'arte e di Wi-Fi

Il turista straniero, molto più abituato ai servizi multimediali di quanto non lo sia quello italiano, con la diffusione di punti di accesso alle reti Wi-Fi e l'aumento del tasso di connettività nelle città d'arte ha un motivo in più per visitare il Bel Paese.

 Gli amministratori di molte città d'arte italiane, meta ogni anno di milioni di visitatori da tutto il mondo, stanno cercando di essere al passo con i tempi e di fornire una connessione Wi-Fi, attraverso hot spot pubblici, almeno nelle aree più battute dai turisti. A Roma è possibile agganciarsi alla Rete passeggiando a Villa Borghese come a Villa Ada, in Piazza Navona come in Piazza di Spagna. Grazie ai progetti promossi dal Comune e dalla Provincia, nella “città eterna” gli “hot spot” Wi-Fi sono oggi oltre 500. Anche a Torino e Firenze, grazie ai progetti attivati nel corso degli ultimi anni, è possibile navigare gratuitamente in buona parte dei centri storici e nelle piazze e strade dove si trovano le gallerie d'arte e i musei delle prime capitali d'Italia.

Il Comune di Venezia, con il progetto “cittadinanza digitale”, ha invece pensato bene di trasformare la crescente domanda di connettività da parte dei turisti in un offerta di navigazione gratuita per i veneziani, che si sono già registrati alla rete di hot spot WiFi in dieci mila. Se il visitatore occasionale è tenuto a pagare per accedere all'infrastruttura di rete della laguna, basata su fibra ottica e wireless, il servizio è totalmente gratuito per i residenti e per i “city users”, ossia per tutti gli studenti e i lavoratori che svolgono la propria attività nella Serenissima.


-


.
 .
 .

-
loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari