sabato 25 febbraio 2012

CREA IL TUO VIDEOCLIP




 CREA IL TUO VIDEOCLIP











. Jibtel


.

Cercare file torrent preferiti


. Ultra Torrent .
Ultra Torrent  Cercare e scaricare file torrent preferiti con pochi click

UltraTorrent è il migliore client BitTorrent 
che offre funzionalità di ricerca integrate

 in un singolo download del software.
Questo Torrent Client utilizza le più moderne tecnologie del
protocollo BitTorrent. Anche gli utenti che sono dietro proxy,
firewall o sistemi NAT possono cercare e scaricare file sui nostri
torrent client.
Il software integra i migliori motori di ricerca per file torrent
garantendo una ripresa rapida e facile dei vostri file preferiti. . Ultra Torrent .

Converti i tuoi filmati in mp3 e scarica video da YouTube


. Ultra Downloader .
Ultra Downloader  Converti i tuoi filmati in mp3 e scarica video da YouTube
UltraDownloader è un software assolutamente gratuito. 
 
Ti permetterà di
scaricare i tuoi video preferiti da YouTube e di convertire ogni
filmato in file mp3/FLV.

Inserisci l'Url all'interno dell'applicazione e con un click potrai
scaricare i tuoi video preferiti da YouTube.

Inoltre potrai convertire ogni filmato in file mp3/FLV. 
 
E' davvero semplice
 basta cliccare sul pulsante start e scegliere il tipo di
formato di file.
 
  . Ultra Downloader .



-

applicazione gratuita di masterizzazione di CD e DVD


. Easy Burner .


Masterizza CD e DVD


 Easy Burner permette all’ utente di scaricare un’applicazione gratuita di masterizzazione di CD e DVD.
. Easy Burner .
 
 

Mixa le tue canzoni

 
 http://cipiri4.blogspot.com/2012/02/dj-mixer-studio-mixa-le-tue-canzoni.html






-

Dj Mixer Studio - Mixa le tue canzoni



. Dj Mixer Studio .
 -
 . Dj Mixer Studio .

.
Dj Mixer Studio

 L'applicazione per mixare canzoni digitali
DJ Mixer Studio é un programma che ti permetterá di sentirti come un vero DJ suonando la musica che piú ti piace e creando i remix piú potenti! Con DJ Mixer Studio potrai mixare e registrare le tue migliori sessioni musicali. 

 Mixa le tue canzoni
Crea le tue sessioni musicali da
DJ scarica gratis DJ Mixer Studio
. Dj Mixer Studio
 

applicazione gratuita di masterizzazione di CD e DVD


. Easy Burner .


Masterizza CD e DVD
 
 http://cipiri4.blogspot.com/2012/02/applicazione-gratuita-di.html
 
 
 
 
 
 
 
-

mercoledì 22 febbraio 2012

pc e tablet non dovranno pagare il canone



pc e tablet

 non dovranno

 pagare il canone




 Imprenditori e liberi professionisti in possesso di dispositivi multimediali non dovranno pagare il canone. È questa la decisione presa dopo un breve contraddittorio con il Ministero dello Sviluppo Economico. La Rai ha così rinunciato all'imposta che non avrebbe fatto altro che rallentare l'innovazione tecnologica.

.

 Altroconsumo - Free videocamera
.
 Dopo le polemiche che si sono scatenate in rete negli ultimi giorni, in seguito all'assurda richiesta di pagamento del canone per i liberi professionisti possessori di "uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive al di fuori dell'ambito familiare, compresi computer collegati in rete (digital signage e similari), indipendentemente dall'uso al quale gli stessi vengono adibiti", è arrivata la decisione. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato un'interpretazione del regio decreto-legge del 1938 che, all'articolo 1 stabilisce che “chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento dei canone di abbonamento".

A discapito dell'innovazione tecnologica
Nel merito, la richiesta era a nostro avviso assolutamente illegittima, anche perché tentava di tassare le nuove tecnologie con una legge datata 1938. Il Ministero ha quindi fatto presente alla Rai che l'imposizione del pagamento del canone avrebbe contribuito ad accrescere il digital divide che si cerca di superare ormai da anni, deprimento l'innovazione tecnologica che tanto stenta a decollare nel nostro Paese. Una storia a lieto fine dunque per il momento. Verificheremo comunque che la Rai non torni sui suoi passi.



. .

lunedì 20 febbraio 2012

Pagare canone pure per i pc ?






"Pagare canone pure per i pc" 

Rivolta web: insulti alla Rai Tv di Stato

 vuole il balzello anche su chi possiede un computer.




. Jibtel .



Il tempismo scelto dalla Rai per annunciare la volontà di imporre il canone anche in ufficio - subito dopo la doppia strapagata e contestatissima performance di Adriano Celentano a Sanremo - ha sollevato un vero e proprio putiferio. La richiesta della tv di Stato è quella di imporre anche a imprenditori e liberi professionisti di pagare il canone se possiedono un computer con connessione a internet. Una novità che segue il recente balzello sulla tassa che si versa all'emittente pubblica. L'idea di vialle Mazzini ha innescato una sollevazione popolare su internet.
 Su Twitter l'hastag più caldo è piuttosto eloquente: 

#raimerda

 Ma a protestare sono anche i politici e le associazioni dei consumatori: la Rai incassa un coro di no.

Insorge la politica - Il Popolo della Libertà e il Partito democratico hanno criticato la campagna di comunicazione lanciata dalla tv di Stato. Il deputato del Pdl Bruno Murgia, in una nota, ha spiegato: "Il combinato disposto di una serie di articolati consentirebbe di esigere il canone anche da chi ha un semplice Ipad, una patente stortura". Murgia già nel 2007 aveva presentato alla Camera una proposta di legge per esentare dal canone i proprietari di pc, videofonini e palmari. Sulla stessa linea il senatore del Pd, Giancarlo Sangalli: "Pretendere denari da chi paga regolarmente il canone per le proprie abitazioni non è tollerabile. La pressione fiscale ha già superato il livello di guardia". Critiche alla Rai anche dal presidente dei senatori dell'Italia dei Valori, Felice Belisario: "E' probabile che le aziende non acquistino pc o iphone per vedere Sanremo in live streaming. Più probabile che questi siano, oggi, strumenti indispensabili di lavoro. Inviare il bollettino per il pagamento del canone al popolo delle partite Iva, inoltre, è una beffa che si aggiunge al danno di quei tantissimi che sono stati costretti ad aprire una posizione invece di essere assunti. Il canone va pagato e va combattuta l'evasione ma basta con balzelli e stravaganze".

Le associazioni dei consumatori - Contro il balzello di Stato inosrgono anche le associazioni dei consumatori, Adusbef e Federconsumatori: "E' l'ennesima vergogna, l'ennesimo tentativo di scippo con destrezza che deve essere respinto al mittente, da parte del ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera per evitare l'ennesimo salasso. La Rai, un'azienda lottizzata che sempre di più sforna cattiva informazione e servizi spesso taroccati e strappalacrime per inseguire il feticcio dell'audience - sottolineano le due associazioni -, ha sfornato l'ennesimo balzello, a carico di imprese, studi professionali ed uffici, per imporre un pesante tributo sul possesso non solo degli apparecchi Tv, ma anche di qualsiasi dispositivo atto o adattabile a ricevere il segnale tv, inclusi monitor per il Pc, videofonini, videoregistratori, Ipad, addirittura sistemi di videosorveglianza, telefonini che si collegano ad internet con una somma che, a seconda della tipologia di impresa, va da un minimo di 200 euro fino a 6.000 euro l'anno a carico di oltre 5 milioni di utenti per un controvalore di 1 miliardo di euro l'anno. - Non poteva non farsi sentire .

 Rete Imprese Italia, secondo la quale chi non paga è soggetto a pesanti sanzioni e a controlli da parte degli organi di vigilanza. "Quella del canone speciale Rai è una richiesta assurda perché vengono tassati strumenti come i computer che gli imprenditori utilizzano per lavorare e non certo per guardare i programmi Rai. Tanto più se si considera che il Governo spinge proprio sull'informatizzazione per semplificare il rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione. In questo momento di gravi difficoltà per i nostri imprenditori, di tutto abbiamo bisogno tranne che di un altro onere così pesante e ingiustificato".



 . .

BANNER: UPMON€Y

UPMON€Y



Sapevi che...Se effettui il login su UpMoney ogni

giorno guadagni € 0,10

Sapevi che... Cliccando "Mi Piace" sulla nostra

pagina Facebook guadagni subito € 1,00

Sapevi che...Se installi la toolbar di upMoney

guadagni subito € 1,00





BANNER: UPMON€Y: www.upmoney.it/registrazione_affiliato.aspx?ID=133 Sapevi che... Se effettui il login su UpMoney ogni giorno guada...


-

Cos'è la manipolazione? Diretta web - 20 febbraio





 Cos'è la manipolazione?

 Diretta web - 20 febbraio




per guardare la diretta web clicca sul link qui sotto:
http://perilbenecomune.org/index.php?p=24%3A1%3A2%3A167

Per capire come siamo manipolati ogni giorno e come ci condizionano (tv, radio, giornali, ma anche incontri pubblici, manifestazioni e proteste "guidate"). Ma anche per imparare come uscirne e come salvarci.

Ce ne parlerà in diretta web con Elia Menta, esperto di comunicazione
su http://perilbenecomune.org/index.php?p=24%3A1%3A2%3A167

E' possibile rivolgere domande in diretta scrivendo una email a presidente@perilbenecomune.ne




 . Jibtel  .

martedì 14 febbraio 2012

BANNER: Blinko la chat di facebook sul tuo telefonino

Blinko la chat di facebook sul tuo telefonino








. .

Blinko
Scarica la chat di facebook sul tuo telefonino e chatta con i tuoi amici ovunque ti trovi.



BANNER: Blinko la chat di facebook sul tuo telefonino: . . Blinko Scarica la chat di facebook sul tuo telefonino e chatta con i tuoi amici ovunque ti trovi. . . . ...

.Guadagna soldi..Get cash from your website. Sign up as affiliate..

lunedì 13 febbraio 2012

censura su Facebook



 il social network

 Facebook

  ha creato un sistema di filtro sui contenuti degli utenti. Un precedente che rischia di soffocare per sempre il Web 2.0



  I contenuti degli utenti prima di tutto. E la loro circolazione libera per Internet senza freni e paletti. Da anni il mantra del Web 2.0 è questo: nei blog tutti possono dire la loro, su Wikipedia chiunque può aggiornare qualsiasi voce, su Flickr tutti gli aspiranti fotografi possono mettersi in mostra e così via, in infinite possibilità e siti. Ma su Facebook, una delle piattaforme di maggior successo del Web 2.0 con i suoi oltre 300 milioni di iscritti in tutto il mondo è così? Non proprio.

Negli ultimi tempi le regole di pubblicazione si stanno facendo sempre più stringenti e nella rete degli utenti censurati non cade solo chi viola palesemente la legge (per esempio con la pubblicazione di foto pedoporno) ma anche chi tenta di usare la creatura di Mark Zuckerberg (che nel 2004, da studente dell'Università di Harvard, mise in piedi il social network) per motivi del tutto legittimi e innocui.

E' quello che è per esempio successo a un utente italiano che qualche settimana fa ha provato a condividere su Facebook la notizia del quotidiano inglese 'The Times' (smentita dal governo italiano) secondo la quale l'Italia avrebbe pagato delle tangenti ai talebani in Afghanistan. Non appena ha provato a inserire il link che portava all'articolo del sito del giornale britannico, l'account è stato sospeso. Nessuno degli 'amici' digitali poteva più accedere al suo profilo che non si poteva più aggiornare con l'inserimento, per esempio, di nuovi 'status' o immagini. Il tutto perché, come diceva il sistema, era "stata rilevata un'attività sospetta nel tuo account Facebook, che è stato temporaneamente sospeso come misura di precauzione".

Nelle ore successive l'account è stato riattivato. Ma per ritornare in pubblico l'utente ha dovuto cambiare password. E soprattutto non gli è mai arrivato alcun messaggio che gli comunicava il motivo dell'immotivato blackout. 'L'espresso' ha dunque provato a chiedere spiegazioni a Facebook dell'accaduto, ma dal neonato ufficio commerciale italiano non è arrivata alcuna risposta. Neanche da Dublino, dove invece ha sede il quartier generale europeo del social network, sono state fornite delle spiegazioni chiare


 Ma, almeno lì, abbiamo trovato un interlocutore che ha prestato attenzione alle nostre domande. Elizabeth Linder dell'ufficio comunicazione ha detto che, "se gli utenti trovano sul sito dei contenuti che secondo loro violano i termini di utilizzo, possono segnalarcelo: controlleremo i contenuti e li rimuoveremo se opportuno". In altre parole qualcuno ha segnalato che il link del 'Times' violava le condizioni di utilizzo e lo staff di Facebook ha ritenuto di oscurare temporaneamente l'account in questione. In realtà, leggendo i termini di Facebook, i contenuti dell'articolo in questione non infrangevano alcuna 'norma' del codice del social network come "Non denigrare, intimidire o molestare altri utenti" oppure "Non usare Facebook per scopi illegali, ingannevoli, malevoli o discriminatori".

Il problema è che quello che è successo per il link al 'Times' non è un caso isolato. Anzi: è ormai sempre più frequente su Facebook che utenti di tutto il mondo vedano i loro account oscurarsi. I temi che mettono di più in guardia lo staff di Facebook (con sospensioni temporanee o permanenti) sono tre: politica, sesso o questioni non ben definite dal punto di vista legale come la pirateria on line.


. Jibtel  .

sabato 4 febbraio 2012

IMAGOMUNDI: DECIDERE IL TUO FUTURO











-


IMAGOMUNDI: DECIDERE IL TUO FUTURO: LE IMAGO SONO CARTE CHE TI AIUTERANNO A DECIDERE IL TUO FUTURO IN BASE ALLA LEGGE DELLA CASUALITA' SE INTERESSATI ALL'...

.
PROFUMA PAGINA
Copia e incolla il codice:

 


- . -

giovedì 2 febbraio 2012

Facebook , in Borsa a maggio



Facebook, in Borsa a maggio.
Presentati i documenti, ipo da 5 mld
L'initial public offering maggiore della storia delle società web.
L'azienda di Zuckerberg valutata fra i 75 e i 100 miliardi


 Facebook presenta alla Sec i documenti per sbarcare in Borsa. L'obiettivo e' quotarsi, sotto il simbolo 'fb', in maggio. Facebook punta a raccogliere 5 miliardi di dollari, una cifra che potrebbe facilmente salire e raggiungere i 10 miliardi di dollari, per una valutazione della societa' di 75-100 miliardi di dollari.
L'initial public offering (ipo) del sito di social network potrebbe essere la maggiore della storia fra le societa' web. La documentazione presentata alla Sec offre per la prima volta una fotografia dei conti di Facebook. Nel 2011 il sito di social network ha realizzato 3,71 miliardi di dollari di ricavi contro gli 1,97 miliardi di dollari dell'anno precedente. L'utile netto e' ammontato a 668 milioni di dollari, il 79,5% in piu' rispetto al 2010. Nella lettera ai potenziali azionisti, il co-fondatore e amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg afferma: ''Non produciamo servizi per fare soldi; facciamo soldi per realizzare servizi migliori. In questi tempi ritengo che sempre piu' persone vogliano usare i servizi di societa' che credono in qualcosa che va al di la' del semplice massimizzare i profitti''. Zuckerberg ha il 28,4% di Facebook e nel 2011 ha ricevuto un compenso complessivo di 1,5 milioni di dollari. L'ipo aumentera' la ricchezza di Zuckerberg che, a soli 27 anni, e' secondo Forbes uno dei paperoni d'America: la quotazione potrebbe portargli nel portafoglio 28 milioni di dollari. I dati mostrano che la crescita di Facebook e' piu' lenta di quella delle altre societa' internet che si sono quotate di recente. I ricavi di Groupon sono aumentati del 695% nei nove mesi che si sono chiusi a settembre 2011. Quelli di Zynga sono saliti del 106% nello stesso periodo. Ma al di la' di una crescita lenta, Facebook - a differenza delle altre societa' internet che si sono quotate negli ultimi mesi - e' redditizia, con i giochi online che insieme alla pubblicita' sono il motore dei ricavi: nel 2010 i ricavi dalla pubblicita' rappresentavano il 95% dei ricavi totali di Facebook. Nel 2011 la quota e' scesa all'85%. Facebook conta su 845 milioni di utenti. A curare il collocamento di Facebook e' Morgan Stanley, che ricoprira' il ruolo principale. A collaborare all'operazione saranno anche Barclays Capital, Goldman Sachs, Bank of America Merrill Lynch e JPMorgan.

. Jibtel .
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari