venerdì 30 novembre 2012

Guadagna leggendo mail


La Società Eimimo

Come posso fare soldi?
  Il modo più ovvio è quello di leggere e-mail
che ti spedisce la societa'
e guadagnare soldi da questo. 
 Ma si può anche guadagnare 
molto di più facendo riferimento ad altri.
 Vai alla vostra area membro per ulteriori informazioni.
 E c'è anche Revenue Sharing, Pool Pensionamento, e bonus per i referrer! 
Ragazzi oggi vi presento Eimimo.com un sito nuovo in fase di pre-lancio.
10 Dollari sul vostro account alla registrazione.
1$ per ogni referral che si registra usando il vostro link.
Una opportunità di guadagno onesta e 100% Gratis!
Generose possibilità di guadagno.
Nessun costo mensile.
Niente da comprare o vendere.
Ora è il momemto giusto per registrarsi e pubblicizzare il sito.

MIO url di affiliazione è: http://eimimo.com/?ref=100201

- -

 Questo programma è al 100% - gratis! E 'a disposizione di chiunque nel mondo (deve avere almeno 18 anni). Ti dà un bonus di iscrizione di $ 10.00 assolutamente gratuito. Ha Revenue Sharing. Non solo un  programma per la condivisione profitto, ma la compartecipazione alle entrate effettive. Ha un piano pensionistico ! Plus - è possibile ottenere gratuitamente e-book, software libero, bonus gratuiti e molto altro ancora! E non dovrà spendere un solo centesimo né vendere nulla!
Vedere che cosa tutto sta parlando. Eimimo.com - l'occasione di reddito più nuovo e più unico su internet. Unisciti a noi ora!

-

 MIO url di affiliazione è: http://eimimo.com/?ref=100201



CLICCA SUI BANNER PER SAPERNE DI PIU'
--

. beruby.com - Risparmia acquistando online 
  .
.
 .
 .

-

mercoledì 28 novembre 2012

Il software per l'economia domestica - Gratis


Il software per l'economia domestica
Con l'arrivo della crisi  propongo agli utenti questo  programma gratuito 
per il  controllo delle spese domenstiche.
 - 
Gratis  qui

- Wallet Balance
.

- beruby.com - Risparmia acquistando online
-
.
 .
 .

-

martedì 27 novembre 2012

Coltan e le multinazionali dell'elettronica


Il cannibalismo delle multinazionali dell'elettronica

Quello avvenuto in Congo e Rwanda può essere considerato il più grande olocausto della storia, taciuto al mondo e alla storia, perpetrato dalle grandi multinazionali dell'elettronica. Società come Motorola, Nokia, Siemens, Samsung, Acer, IBM, HP, e dunque tutte le compagnie che fanno uso di minerali rari e semiconduttori, hanno sostenuto e fi
nanziato un etnocidio di oltre 8 milioni di morti nell'Africa centro-occidentale. Le Nazioni Unite si sono macchiate dei crimini efferati della più bassa leva colonialista compiute in queste terre, allo scopo di garantire i contratti miliardari delle corporation, per lo sfruttamento di oro, diamanti e coltan, risorsa strategica per l'industria Hi-Tec. I caschi blu, i commissari e le organizzazioni non governative hanno assistito agli atroci crimini commessi da contractor e dai ribelli finanziati dalle lobbies occidentali nei confronti di civili inermi.

I bambini congolesi nelle miniere di coltan
La follia generale che si è scatenata dopo la caduta del muro di Berlino, con la creazione di centinaia di eserciti privati di mercenari dispiegati nelle aree sensibili per le concessioni ottenute, ha reso necessaria l'istituzioni di tribunali ad hoc, legittimati a livello internazionale dal Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Tutte le grandi potenze erano in qualche modo coinvolte e ricattate per gli interessi che vantavano nelle ricche aree del continente africano. E' stato così creato il cosiddetto Tribunale Penale Internazionale per il Rwanda (ICTR), una fantomatica istituzione giuridica costituita da giudici e procuratori ricattati. Simbolo della corruzione della Corte dell'Aja per i presunti del "genocidio ruandese" è stata Carla Del Ponte - che ha poi ereditato la toga di procuratore del Tribunale per la ex Jugoslavia (ICTY). Come spiegato già in passato dalla Etleboro, la Del Ponte doveva garantire il sistema bancario e bloccare il denaro trasferito nelle banche estere a nome dei dittatori che si sono di volta in volta succeduti, e detronizzati non appena venivano meno agli accordi di concessione pattuiti.

Coltan 

-

Le miniere di coltan in Congo
Tra Congo e Rwanda si protrae ormai da vent'anni una guerra umanitaria, che ha lo scopo di tutelare i contratti di concessione delle miniere, in particolare di coltan e di minerali per la produzione di semi-conduttori. Alla base del conflitto vi è uno storico accordo non scritto, secondo il quale il Congo, colonia belga di Leopoldo II il cui controllo è stato conservato dalla famiglia reale, è tenuto a consegnare al Rwanda - sotto il controllo degli Stati Uniti - i quantitativi di coltan concordati. Tale accordo deve essere onorato dai regimi che si alternano a Kinshasa, che hanno così la possibilità di arricchirsi e di veder tutelata la loro posizione dagli attacchi ruandesi. Questo precario equilibrio si rompe nel momento in cui si incrinano i rapporti e si rimettono in discussione gli accordi presi. Le forze occidentali cominciano così ad armare i ribelli dell'M13 che invadono il Congo diffondendo distruzione, panico e omicidi. I villaggi congolesi sono divenuti capitale mondiale dello stupro, dopo che nel corso di questi 10 anni ne sono stati compiuti più di 2 milioni. Oggi la storia si ripete, scoppia di nuovo l'emergenza in Congo, dopo che le grandi società cinesi sono giunte in Africa offrendo contratti a condizioni più vantaggiose e mettendo sul tavolo valigie di contanti. La reazione americana non è tardata ad arrivare, rimettendo in moto la macchina della violenza più brutale e volgare, in una inconcepibile schizofrenia generale.

Il bacino del fiume Congo e le centrali Inga
Da non sottovalutare, inoltre, la questione energetica, in quanto il continente africano costituisce un'immensa riserva di energia rinnovabile, prodotta attraverso parchi fotovoltaici, eolici e immense dighe, come più evidenziato in precedenza dalla Etleboro (vedi Progetto Desertec). Il più grande sistema idroelettrico del mondo si trova proprio sul fiume Congo, ed è quello del Grande Inga (Inga I di 351 MW, e Inga II di 1.424 MW, in progetto Inga III di 3500 MW), dal quale dovrebbe diramarsi una rete di interconnessione elettrica estesa sino in Costa d'Avorio, Marocco ed Egitto, per giungere sino al continente europeo. Come si può notare, Congo - come tutta l'Africa - sta per divenire la frontiera energetica del futuro, per la quale sarà combattuta una guerra ancor più sanguinosa di quelle sinora conosciute, aggravate dall'estrema povertà e dalle malattie.

Quanto più andrà avanti questa crisi economica europea, tanto più violenta sarà la risposta delle multinazionali dinanzi alla debolezza e all'impotenza degli Stati. La loro azione viene costantemente coperta e vigilata dai media, scortati da ONG sovranazionali, a loro volta legittimate dalle Nazioni Unite. Il monopolio dei signori della guerra viene a sua volta garantito dalle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza che comminano embarghi e sanzioni, per poi istituire i tribunali ad hoc per i vincitori. Da questo punto di vista, la guerra al terrorismo più giustificata, dovrebbe essere quella al "Palazzo di vetro", occupato da assassini ben vestiti e griffati, da personale diplomatico corrotto e depravato, da ricattati e ricattatori, la cui unica funzione è mantenere l'equilibrio della guerra perpetua contro i più deboli. Il premio Nobel per la pace, Barack Obama, avrebbe dovuto lottare contro questo sistema, non alimentarlo incendiando l'Africa, a cominciare dalle cosiddette Primavere arabe. Se tutto quello che viviamo è una grande farsa per mantenere il popolo nell'ignoranza, ci vorrebbe un po' di onestà intellettuale e non far gravare il costo della pace dell'ONU sui cittadini, inconsapevoli di essere i contribuenti di un'associazione a delinquere. C'è da chiedersi perché la Commissione delle Nazioni Unite, che doveva indagare sui crimini associati all'estrazione del coltan, ha insabbiato tutto, chiudendo la questione con l'affermazione: "Le multinazionali interrogate affermano che il coltan utilizzato dalle loro industrie non proviene da zone in conflitto".

Una trovata geniale che supera ogni immaginazione del più elementare complottismo, ed offende la dignità degli operai e della gente di buona civiltà, che compra i loro prodotti all'insaputa di tutto questo. Ma ancor più criminale è l'indifferenza dei nostri politici che dovrebbero essere dei sovrani guardiani delle vite dei cittadini, ed hanno preferito spendersi per le "Pussy riot", condannando la Russia. BBC, CNN e Al Jazeera ci hanno dipinto come "angeliche attiviste" delle esibizioniste che si divertivano a fare orge in pubblico, in metrò e musei. Non dimentichiamo poi i nostri "eroi medagliati", che si fanno grandi davanti alle telecamere, disegnando scenari apocalittici e previsioni di crisi, senza sapere di essere loro i piromani dei conflitti. Per trenta denari sono disposti a recitare questo copione pur di rimanere a galla.

 http://etleboro.blogspot.it/2012/11/il-cannibalismo-delle-multinazionali.html
-
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

Babylon Traduttore


Babylon Download

 Babylon tutto cio` che ti serve per traduzioni di testo e risultati da dizionari con un solo clic. Traduzione di testo in 50 lingue, tutto con un solo clic

 . .
gratis
- -
-
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

lunedì 26 novembre 2012

Facebook Poster

Facebook Poster è il nuovissimo servizio che permette di creare e stampare il poster con i propri amici di facebook. 

- FacebookPoster -
 E' possibile scegliere due formati di stampa (50x80 e 70x100) entrambi su carta fotografica di alta qualità. 
La spedizione è inclusa nel prezzo.

- FacebookPoster -
-
- beruby.com - Risparmia acquistando online -
.
 .
 .

-

venerdì 23 novembre 2012

Fermiamo l'AIDS sul nascere





 Spot Cesvi FERMIAMO L'AIDS SUL NASCERE

 - -

 Il nuovo spot Cesvi per la campagna "Fermiamo l'Aids sul nascere" con la partecipazione dei 5 testimonial Claudio Bisio, Alessio Boni, Lella Costa, Cristina Parodi e il Trio Medusa

- -

Zimbabwe, 9 maggio 2001: nasce Takunda, che in lingua locale significa “Abbiamo vinto”. Takunda è il primo bambino africano nato sano da una mamma sieropositiva, grazie ad una cura farmacologica che riduce la trasmissione del virus dalle mamme ai neonati. Da allora 3.000 bambini hanno beneficiato del progetto.


La campagna Cesvi di lotta all’AIDS riguarda la prevenzione del contagio madre-figlio, la cura delle persone già affette e il supporto psicosociale ai malati e agli orfani dell’AIDS.
Il progetto "Fermiamo l'AIDS sul nascere", avviato nel 2001 da Cesvi nel piccolo ospedale Saint Albert in Zimbabwe, è oggi attivo in Congo RD, Uganda, Sudafrica, Kenya e Vietnam per salvare la vita a migliaia di bambini e alle loro mamme sieropositive.
Grazie ad un efficace farmaco somministrato alla mamma e al neonato è possibile curare il bambino, diminuendo drasticamente le probabilità di contagio.

I dati sulla diffusione del virus HIV in Africa e in Asia sono ancora allarmanti.
34 milioni di persone sono state contagiate. Il 67% dei sieropositivi nel mondo vive nell’Africa sub-sahariana.
Esiste una cura efficace per diminuire le probabilità di contagio e salvare la vita a migliaia di bambini e di mamme sieropositive.
Insieme stiamo vincendo l’AIDS in Africa. Non fermiamoci.
--
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

mercoledì 21 novembre 2012

Skype, così vi possono rubare l'account

Clamorosa falla su Skype, così vi possono rubare l'account

Un errore nel meccanismo di recupero password su Skype mette tutti gli account a grave rischio: Microsoft è subito intervenuta sul problema

- Skype -

 Un trucco all'apparenza molto semplice che permette a chiunque di rubare un account skype. Come funziona? Il metodo è di una facilità disarmante e consiste nell'usare l'email della vittima per creare un nuovo account a cui va collegata una casella email a cui si ha accesso. In questa maniera è possibile farsi inviare su Skype il reset token della password, se si aggiungono un altro paio di operazioni chiave.

In questo caso il cambiamento della password avverrebbe all'interno del programma, non sull'email della vittima, che non avrebbe molto tempo per bloccare l'operazione (gli viene notificata via mail, ma bisogna essere fulminei).

La denuncia è partita da TNW che ha avvisato Microsoft. L'azienda ha ammesso il problema tanto che si è vista costretta a bloccare la funzione di reset della password di Skype. Il livello di pericolo per la sicurezza era decisamente troppo elevato. Il team di Skype comunica anche di lavorare alacremente per risolvere definitivamente il problema.

Al momento i dettagli sul problema non sono stati diramati, ma potrebbero essere molti gli account che hanno subito un attacco. Vi invitiamo a controllare il vostro skype.

http://www.cadoinpiedi.it/2012/11/14/clamorosa_falla_su_skype_cosi_vi_possono_rubare_laccount.html

- beruby.com - Risparmia acquistando online  
-

.
 .
 .

-

domenica 18 novembre 2012

Anonymous con Gaza: cyber guerra contro Israele


Anonymous minaccia Israele

Anonymous si schiera con Gaza ed inizia una cyber guerra contro Israele.
-
-
Cari cittadini di tutto il mondo, questo è Anonymous. Il governo israeliano ha ignorato i ripetuti avvertimenti sulla violazione dei diritti umani, bloccando internet e maltrattando i propri cittadini e quelli dei paesi vicini. Novembre 2012 sarà un mese da ricordare per le forze di difesa israeliane e le forze di sicurezza di internet. Colpiremo tutti i siti web che riteniamo essere nel Cyberspazio israeliano come rappresaglia per i maltrattamenti degli abitanti di Gaza. Anonymous ti ha osservato ha inviato un chiaro avvertimento sul nostro intento di prendere il controllo dello spazio informatico israeliano in conformità con i diritti umani fondamentali di libertà di parola e di diritto a vivere. Alle 9 di mattina (fuso orario del Pacifico), sono stati attaccati 10.000 siti israeliani. L'attacco alla popolazione di Gaza, al popolo palestinese o a qualsiasi altro gruppo verrà considerato come una violazione degli obiettivi del collettivo Anonymous di proteggere i popoli del mondo. Israele, è nel tuo interesse cessare ogni ulteriore azione militare o le conseguenze peggioreranno di ora in ora. Questo è un messaggio di Anonymous Op Israele, Danger Hackers, Anonymous Special Operations e del Collettivo Anonymous di tutto il mondo. Tratteremo ogni ulteriore morte come un attacco personale ad Anonymous e reagiremo in modo rapido e senza preavviso. I nostri cuori sono con i bambini, le donne e le famiglie che stanno soffrendo in questo momento, a causa dell'abuso della potenza militare del governo di Israele. Fratelli e sorelle di Anonymous, vi invitiamo a protestare contro il governo israeliano e qualsiasi alleato della forza ostile. Ora è il momento per Anonymous di aiutare le persone che stanno soffrendo. Aiutate le persone che vengono sfruttate. Aiutate quelli che stanno morendo e ciò favorirà la collettività nel suo insieme. Noi cercheremo di javascript:void(0)portare la pace a Gaza a coloro che così disperatamente ne hanno bisogno. Chiediamo al collettivo Anonymous di hackerare (hack, dock, hijack, database leak, admin takeover, four oh four and DNS terminate) il Cyberspazio israeliano con ogni mezzo necessario. Al governo israeliano diciamo che Anonymous si è stancato del suo bullismo e che ora pagherà le conseguenze delle sue azioni. Una guerra informatica è stata dichiarata allo spazio informatico israeliano. Vedrete esattamente ciò di cui siamo capaci. Israele, l'angelo della morte calerà sul vostro spazio informatico.

Noi siamo Anonymous.

Noi siamo legione.

Aspettateci,

Rispettateci.

ROBOT  - DA :  http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=41392
-


.
 .
 .

-

venerdì 16 novembre 2012

BOOKCITY sperimenta in anteprima ArtourGuide

BOOKCITY sperimenta in anteprima ArtourGuide

ArtourGuide è il primo social network che mette in contatto diretto i visitatori con gli enti di cultura. Sviluppato nel corso di Geografia Economica del prof. Preda dell’Università Cattolica, il neonato ArtourGuide verrà messo alla prova in occasione di BOOKCITY e consentirà a tutti gli utenti di essere informati in tempo reale degli eventi che animeranno Milano.
Il suo utilizzo è molto semplice: è sufficiente visitare il sito www.artourguide.it per avere un panorama completo di tutti gli eventi di Bookcity, visualizzandoli in ordine cronologico oppure in base alla location selezionata. ArtourGuide fornisce mappe ‘intelligenti’ sulla quale i punti di interesse compaiono non solo nello spazio, ma anche nel tempo (es. orari e giorni di apertura e chiusura). Un evento terminato, infatti, sparisce automaticamente. Gli utenti possono infine lasciare commenti e valutare gli eventi e/o i luoghi visitati, creando una community della cultura milanese.
BOOKCITY sarà solo l’inizio per ArtourGuide. È già in elaborazione una versione mobile del network, per essere fruibile dovunque ventiquattrore al giorno.
Chi fosse interessato a ricevere gratuitamente un account con spazio virtuale personalizzato in ArtourGuide ed una password riservata, può scrivere liberamente accedendo alla voce menù “Contatta” oppure inviare una e-mail direttamente a: artourguide@gmail.com

leggi tutto : PROGRAMMA - VIDEO - EVENTI
http://cipiri19.blogspot.it/2012/11/bookcity-milano.html

-


.
 .
 .

-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari