lunedì 30 agosto 2010

Ecco dove trovare i testi delle canzoni preferite



Se cercate il testo di una canzone, sicuramente, Testimania potrà aiutarvi. Il servizio, infatti, offre gratuitamente i testi di molte canzoni e traduzioni in Italiano delle canzoni straniere più gettonate. Ho fatto una ricerca per trovare i testi delle canzoni di Carmen Consoli ed ha trovato tutti i suoi album e i testi delle sue canzoni. Un’altro servizio per cercare testi di canzoni è Lyricsfly, che presenta un archivio molto nutrito, ma purtroppo solo di canzoni straniere.
Ulteriori testi canzoni, italiane e internazionali, possono essere trovate su Virgilio SingRing, in cui è possibile trovare oltre 700.000 testi.
Link:
Testimania
Lyricsfly



“Mai più senza internet: web is mobile”.
Mai più, perché internet oggi è ovunque.
Nelle tasche dei tuoi jeans, fra le dita della mano.
Sta rivoluzionando la tua vita.
E siamo solo all'inizio..
.
 .
 .

-

venerdì 20 agosto 2010

Articolo 21: “Attacco hacker al nostro sito Distrutti 300 documenti su mafia e politica”



Articolo 21: “Attacco hacker al nostro sito Distrutti 300 documenti su mafia e politica”
La scoperta è avvenuta questa mattina. E oggi pomeriggio il direttore dell'associazione ha sporto denuncia alla Polizia postale. Tra il materiale distrutto interviste, interventi e articoli riguardanti i rapporti tra i partiti e le cosche
Scrivi di mafia. Denunci i pericolosi rapporti con la politica. Pubblichi interviste, documenti, interventi sulla legalità, contro il bavaglio, le intercettazioni. Risultato: ti ritrovi il sito sotto scacco da parte di un hackeraggio organizzato, iniziato mesi fa e sfociato oggi con la distruzione di oltre 300 documenti. Capita al sito di Articolo21 e non sembra un caso visto “che da tempo abbiamo lanciato l’appello a sostegno del presidente Napolitano e per promuovere una grande mobilitazione per la legalita”.  L’appello lanciato da Stefano Corradino, direttore dell’associazione, questo pomeriggio si è materializzato in una denuncia alla Polizia postale.

“Nella giornata di oggi – informa Articolo21 – un pesante attacco hacker ha letteralmente devastato il sito eliminando definitivamente articoli, interviste, editoriali, commenti. Tra l’altro anche oggi, come successo per altri attacchi hacker, l’operazione chirurgica contro il nostro giornale on-line si è scatenata in coincidenza con la pubblicazione di un nuovo intervento di Roberto Morrione, direttore di Libera informazione”.

Non è la prima volta che Articolo 21 subisce un attacco da parte degli hacker. “Era già capitato – precisa Corradino – e guarda caso proprio in coincidenza della nostre campagne che denunciavano pesanti connivenze tra la politica e i clan”.  Ora però la faccenda sembra farsi più seria. “Soprattutto vista l’entità del danno”, precisa Corradino.


Ennesimo grave attacco hacker contro il sito di Art.21. "Non ci fermerete"


di Redazione (19/08/2010)
"Da quando il sito di Articolo21 ha lanciato l'appello a sostegno del presidente Napolitano e per promuovere una grande mobilitazione per la legalità, si è scatenata contro il sito la peggiore illegalità: quella dell'oscuramento, della manipolazione, della cancellazione delle riflessioni, delle idee, delle critiche. Nella giornata di oggi un pesante attacco hacker ha letteralmente devastato il sito eliminando definitivamente articoli, interviste, editoriali, commenti". Lo afferma il direttore di Articolo21 Stefano Corradino. "Non ci fermeranno, non abbasseremo la guardia, e continueremo con le nostre battaglie quotidiane di libertà e giustizia". AVVISO AI LETTORI: questa volta l'attacco hacker è stato ancora più violento dei precedenti e ha causato la cancellazione di numerosi articoli (guarda caso tutti relativi alla difesa della legalità...) Stiamo lavorando per aumentare i livelli di sicurezza del sito. Ci scusiamo con i lettori e con i collaboratori.

http://www.articolo21.org/

“Mai più senza internet: web is mobile”.
Mai più, perché internet oggi è ovunque.
Nelle tasche dei tuoi jeans, fra le dita della mano.
Sta rivoluzionando la tua vita.
E siamo solo all'inizio..
 . 
.
 .
 .

-

lunedì 16 agosto 2010

Google si prepara a dar battaglia a Facebook



Il motore di ricerca si prepara alla battaglia contro la creatura di Zuckerberg. Sviluppando un proprio social network che dovrebbe superare Faccialibro.


Attraverso acquisizioni, investimenti e sviluppo interno, Google sta mettendo insieme gli ingredienti di una infrastruttura di rete sociale: una sfida espressamente concepita per Facebook, che si è rapidamente affermata come una delle forze più potenti del sul web.


GOOGLE VERSUS FACEBOOK - Ma, mentre Google si prepara per questa grande sfida, i tipi di Facebook tengono sotto controllo le mosse di Google. "Ci aspettiamo di vedere una maggiore attenzione al social networking da parte di Google nei prossimi mesi",afferma Ray Augie, analista di Forrester Research. "E arriverà un momento in cui ci potrebbe davvero essere qualche rischio perFacebook". La prova più visibile di questa lotta è lo shopping improvviso di Google. Venerdì scorso ha acquistato Jambool, una società che gestisce i sistemi di moneta virtuale per i giochi sociali, anche quelli effettuati su Facebook. Questo mese Google ha comprato una società di sviluppo di applicazioni di Facebook. E poco prima ha investito 100 milioni di dollari in Zynga, il più grande creatore di giochi sociali. "Non sono riusciti a innovare in proprio e ora ci stanno lanciando il loro conto in banca addosso", dice un alto dirigente vicino a Facebook.



CAMBIO DI STRATEGIA - Queste mosse sono il segnale di un cambiamento strategico di Google. Il suo tentativo di networking sociale precedente, Buzz, ha cercato di creare un social network da 200 milioni di persone circa che utilizzano il suo servizio Gmail. Un flop, dovuto in parte a problemi di privacy, ma anche perché Buzz ha funzioni limitate, e non giochi di società o applicazioni. Una volta che lepersone avevano trovato il loro amico di Buzz, non c'era molto altro da fare. Ora, piuttosto che tentare di costruire una piattaforma sociale da zero, Google sembra essere tentato dalla costruzione di un portale per i giochi sociali e le applicazioni, sperando che il network sociale nasca attorno ad esso.



GOOGLE ME – Gli esperti del settore dicono che questa strategia dovrebbe dare una possibilità di riuscita di Google nel nuovo strumento, che potrebbe chiamarsi Google Me. Nessuno al di fuori di Google sa esattamente quello che fara la Big G., e la società ha dichiarato di non voler copiare Facebook. Recentemente interrogato dal Wall Street Journal se Google stesse creando un rivale Facebook, Eric Schmidt, chief executive di FB, ha dichiarato: "Il mondo non ha bisogno di una copia della stessa cosa". Ma l'idea di Google è sospettosamente simile. Il social network di Google comprenderà due elementi: una suite di applicazioni e giochi, che si baserà su una sorta di piattaforma. All'interno di Google, sul progetto sono state convogliate molte risorse della società. Oltre a spendere quasi 500 milioni di dollari in acquisizioni, Google sta mettendo i suoi migliori talenti sul plan. Vic Gundotra, vice-presidente di Google diingegneria, è stato dirottato su Google Me, da Android, il cellulare di Google il sistema operativo che la scorsa settimana ha superato gli iPhone di Apple come leader di mercato negli smartphone degli Stati Uniti.



L'ARMA FINALE – E c'è un'altra arma che Google potrebbe utilizzare: la sua posizione dominante nel mercato della ricerca.Persone vicine a Facebook sono preoccupate che nella ricerca di una persona il profilo su Google potrebbe costituire il primo risultato,prima di quello di Facebook. "Il vero rischio è che utilizzino la loro posizione sul mercato della ricerca per il socialnetwork", dice unapersona vicina a Facebook. "Hanno già fatto nella finanza e nella mappe." E Facebook, intuendo la minaccia da parte di Google,si sta preparando. Nelle ultime settimane il sito è stato aggiornato con nuove funzioni, tra cui gli album di foto e il feed di notizie."Ci sono sfide importanti per Google, o chiunque, se davvero cerca di creare un prodotto per competere direttamente con Facebook", spiega Justin Smith, fondatore di Inside Network, che monitora i siti di social networking. "I costi di commutazione sonomolto elevati, soprattutto quando hai costruito una rete di centinaia di amici e il social network ha un archivio della vostra vita e lefoto".


OBIETTIVO PUBBLICITA' – La posta in gioco è niente meno che il futuro della pubblicità su Internet. Google è ancora il campione indiscusso di questo settore, che fattura 23,5 miliardi di dollaro. Ma Facebook è alle sue calcagna. Facebook prevede di portare a casa tra 1 miliardo di dollari e 2 miliardi di dollari quest'anno, grazie alla sua vasta base di utenti e i suoi annunci molto mirati. Per anni, le due società hanno gareggiato per il talento, attirandoli con ingegneri di alto benefit e stock option. Ma la maggiore concorrenza ha preso questo manovre a nuovi livelli. Google ha recentemente cercato di trattenere due dirigenti in India dall'andare da Facebook, offrendo loro 30 volte la loro retribuzione precedente, secondo una persona a conoscenza della situazione. L'offerta non ha funzionato.



  - 
.
 .
 .

-

giovedì 12 agosto 2010

Scompare la scrittura a mano



La scrittura a mano in corsivo sta scomparendo? Scopriamo i lati positivi di questo modo di scrivere, non lasciamo che la tecnologia sostituisca la nostra calligrafia.


In un mondo di e-mail, sms e programmi di videoscrittura al computer nelle scuole, il tratto personale del corsivo sta piano piano scomparendo, insieme alla carta e alla penna. Un fenomeno chiaro che in primis riguarda i giovanissimi, ma anche in maniera crescente le generazioni adulte. Ma siamo sicuri di voler abbandonare la nostra calligrafia?
Un piacere che sta scomparendo
Perdendo l’abitudine di scrivere a mano, in corsivo, magari scegliendo con cura la carta su cui farlo, il colore dell’inchiostro o la morbidezza della punta della penna, si perde anche il piacere fisico e sensoriale di tradurre i propri pensieri sul foglio di carta. Ci si dimentica anche la sensazione di fissare i pensieri con strumenti che creano “disegni” di lettere che appartengono alla nostra personalità, ma anche l’empatia del contatto che è parte del rituale e del piacere sensuale della scrittura.
Segni in disuso
Ormai si sta perdendo l’abitudine di scrivere a mano perché si usa molto il computer e il cellulare. Forme di scrittura impersonale che hanno portato ad un calo della preparazione alla metricità fine (righe, puntini,…). Ma proprio il susseguirsi preciso dei segni era regolato attraverso schemi che mandavano  anche messaggi al cervello: messaggi di ordine, simmetria e armonia.
Il corsivo, quel modo di scrivere unendo le lettere una all’altra, possibilmente in ordine e in modo chiaro, è poi caratterizzato dalla soggettività e rivelatore di personalità, ma oggi sta sempre più andando nel dimenticatoio.
Sempre più di corsa
I ragazzi di oggi sono iperattivi e la loro scrittura lo riflette, come riflette le troppe sollecitazioni che generano una grafia amorfa o illeggibile. Oggi manca lo spirito di sacrificio, la pazienza e non si perde tempo a scrivere. Ovviamente tutto ciò non riguarda solo i giovani, ma anche gli adulti che, costretti per lavoro ad usare il computer, nel momento in cui prendono carta e penna non riescono più a scrivere in corsivo, considerato faticoso e noioso e preferiscono lo stampatello.
A risentirne anche la forma
Non solo si è incapaci di scrivere da un punto di vista calligrafico, ma anche formale; l’uso di sms, social network e computer, infatti, causa anche un impoverimento lessicale e diffonde un linguaggio che segue regole diverse rispetto alla lingua corretta, in cui grammatica e sintassi o l’ortografia passano in secondo piano. Viene così a mancare ragionamento e profondità che poi traspare nei concorsi professionali, dove si è costretti ad usare penna e foglio protocollo.
I vantaggi
Certamente non tutti i mali vengono per nuocere; pare che infatti l’uso della tecnologia aiuti a “catturare” meglio la velocità dei pensieri che spesso sono più veloci della nostra mano, ma non della tastiera. Bisognerebbe imparare ad usare il computer e la video scrittura solo per cose veloci e di lavoro, e ogni tanto dedicarsi invece a scrivere lettere o pensieri personali, magari con una bella stilografica.



“Mai più senza internet: web is mobile”.
Mai più, perché internet oggi è ovunque.
Nelle tasche dei tuoi jeans, fra le dita della mano.
Sta rivoluzionando la tua vita.
E siamo solo all'inizio..
.
.
 .
 .

.

lunedì 9 agosto 2010

Espandere lo spazio del desktop all’infinito



Innanzitutto, collegati al sito Internet di GiMeSpace Free Edition, clicca sul pulsante Download Now e, nella pagina che si apre, fai click sul pulsante Download Now Per scaricare il programma sul tuo PC. A scaricamento ultimato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (setupGMSFree.exe) e, nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Next. Accetta quindi le condizioni di utilizzo del programma, mettendo il segno di spunta accanto alla voce I accept the agreement, e clicca prima su Next per tre volte consecutive e poi su Install e Finish per completare la procedura d’installazione e avviare GiMeSpace Free Edition.

Per iniziare ad utilizzare GiMeSpace Free Edition, chiudi la finestra che si apre e clicca sul pulsante OK. Sposta quindi il cursore del mouse nell’angolo a sinistra dello schermo e muovilo verso l’esterno per scorrere il desktop all’infinito e spostare le finestre verso destra.
Puoi scorrere il desktop in senso contrario, e quindi spostare le finestre verso sinistra, portando il cursore del mouse nell’angolo destro dello schermo e muovendolo verso l’esterno. Lo scorrimento funziona anche quando le finestre sono ingrandite a tutto schermo.

Se vuoi bloccare momentaneamente lo scorrimento del desktop, puoi mettere GiMeSpace Free Edition in pausa premendo il tasto Scroll lock (Blocca Num o Blocca scorr in italiano) della tastiera del tuo computer. Per riprendere a scorrere il desktop, basta premere una seconda volta lo stesso tasto.
Puoi anche raggruppare tutte le finestre aperte sul desktop esteso e visualizzarle nel desktop ordinario, facendo click destro sull’icona di GiMeSpace Free Edition presente accanto all’orologio di Windows e selezionando la voce Collect Windows dal menu che si apre.


   -


.
 .
 .

-

mercoledì 4 agosto 2010

CREA UN FILMATO DALLE TUE FOTO



Innanzitutto, collegati sul sito Internet di PhotoFilmStrip e clicca sulla voce SourceForge download section, che si trova nella parte alta della pagina. Nella pagina che si apre, fai click sul pulsante verde Download Now! per scaricare il programma sul tuo PC.
pf1
A scaricamento ultimato apri, facendo doppio click, su di esso il file appena scaricato (setup_photofilmstrip-1.3.2.exe) e, nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Next.
Accetta quindi le condizioni di utilizzo del programma, mettendo il segno di spunto accanto alla voce I accept the agreement, e fai click prima su Next per quattro volte consecutive e poi su Install e Finish per terminare la procedura d’installazione ed avviare PhotoFilmStrip.
pf2
Nella finestra che si apre, seleziona la voce Import Pictures dal menu Tools, per selezionare le foto che intendi trasformare in filmato. A caricamento completato, seleziona le foto con il pulsante sinistro del mouse ed ordinale come meglio preferisci (ossia nell’ordine con cui dovranno comparire nel tuo filmato), spostandole attraverso la “pellicola” collocata nella parte bassa della finestra principale di PhotoFilmStrip.
pf3
Puoi applicare degli effetti speciali alle foto, selezionandole con il mouse ed impostando la voce Black and White (per far diventare la foto in bianco e nero) o Sepia Tone (per far sembrare le foto vecchissime) dal menu a tendina che si trova accanto alla voce Effect. Per ruotarle verso destra o sinistra, puoi utilizzare i due pulsanti con le frecce blu presenti accanto alla voce Rotation.


Per aggiungere delle didascalie alle foto, fai click su ogni immagine e scrivi la tua didascalia nel campo di testo collocato sotto la voce Subtitle, mentre per regolare i tempi di visualizzazione di ogni foto nel filmato, devi selezionare ciascuna immagine con il mouse ed impostare nel campo Duration (sec.) il numero di secondi in cui visualizzarla nel video.
pf4
A questo punto, seleziona la voce Render filmstrip dal menu Tools per avviare la creazione del filmato.
Nella finestra che si apre, seleziona il formato in cui vuoi salvare il tuo video, utilizzando il menu a tendina collocato accanto alla voce Profile (scegli VCD per creare un video-CD, SVCD per creare un super video-CD, DVD per creare un DVD video, Medium per generare un filmato in qualità media, HD per generare un filmato in alta definizione e FULL-HD per dar vita ad un filmato in altissima definizione) e fai click sul pulsante Start per avviare la creazione del video.
pf5
Puoi anche impostare un file MP3 come sottofondo musicale del video, mettendo il segno di spunta accanto alle voci Total lenght ed Audio File e cliccando sull’icona a forma di cartella blu collocata accanto alla voce Audio File.
pf6
Per impostare la cartella in cui salvare il filmato, invece, non devi far altro che cliccare sull’icona a forma di cartella blu collocata accanto alla voce Output directory. Semplice, no?


“Mai più senza internet: web is mobile”.
Mai più, perché internet oggi è ovunque.
Nelle tasche dei tuoi jeans, fra le dita della mano.
Sta rivoluzionando la tua vita.
E siamo solo all'inizio..
.
 .
 .

-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari