domenica 9 marzo 2014

Come Cancellarsi Da Internet



Potreste rinunciare a Internet? Potreste rinunciare alla vostra presenza sul web, cancellando per sempre ogni vostra traccia? Probabilmente per alcuni la risposta è negativa. Altri, invece, da tempo cercano un decalogo per poter "sparire" dal cyberspazio e poter tornare in un tranquillo anonimato digitale.

Per soddisfare questo desiderio, dopo soprattutto i recenti rapporti che rivelano come molte aziende rubino informazioni e dati degli utenti e a seguito di numerose denunce di oversharing sui social media, una società di web hosting ha creato una guida in nove punti su come sparire dal web completamente.


Disattivazione, rimozione di link dai risultati di ricerca e di se stessi da varie liste: questi i primi interventi da compiere. E per le persone che preferiscono semplicemente rimanere nascosti, la guida fornisce anche consigli su come utilizzare Internet in modo anonimo.

"I social media hanno reso la vita di tutti un libro aperto, un po' troppo in alcuni casi. Per tutti coloro che sono preoccupati che le loro informazioni personali potrebbero potenzialmente costare loro posti di lavoro e relazioni, la decisione di 'staccare la spina' è sempre più attraente" dicono da WhoIsHostingThis, la società con sede a Londra.

"Anche se può sembrare impossibile mantenere la vostra vita privata il più privata possibile, la verità è che si può scomparire dal web con un piccolo sforzo e con un po' di dedizione" Ci sono un certo numero di siti che possono aiutare gli utenti a eliminare le loro informazioni, come ad esempio DeleteMe e JustDelete.me. Tuttavia, per le persone che vogliono fare il lavoro manualmente potranno eseguire le operazioni passo passo affidandosi alle infografiche realizzate da WhoIsHostingThis.

Nove passi: il primo passo consiste del disattivare gli account Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Nella seconda fase si consiglia agli utenti di rintracciare se stessi sui motori di ricerca. Questa semplice operazione può rivelare la registrazione su un sito che magari abbiamo utilizzato in passato e di cui non ci serviamo più, ma sul quale continuiamo a "esistere".

Il terzo passo comporta il caricamento di informazioni false sugli account che non possono essere eliminati. La fase quattro consiste nel cancellarsi dalla mailing list tramite e-mail in una casella di posta elettronica e la cartella di posta indesiderata come punto di partenza. Se durante la ricerca del proprio nome su Google gli utenti trovano vari link che includono informazioni su di loro, possono chiedere al motore di ricerca di rimuoverli. Google, infatti, ha uno strumento di rimozione della Url. Tuttavia Google non è obbligata a rimuovere i collegamenti, soprattutto se il sito su quale sono pubblicate le informazione è di proprietà o intestato a un'altra società.

In questo caso sarà meglio contattare direttamente il sito web chiedendo di rimuovere tutti i riferimenti. Operazione ostica che richiede molto impegno, ma è un passo obbligato se si desidera sparire dal web. I due passaggi finali consistono nel contattare le compagnie telefoniche e le directory on-line, chiedendo di non apparire negli elenchi prima di eliminare ogni indirizzo e-mail. Al fine di mantenere l'anonimato ritrovato, è necessario imparare ad utilizzare gli account fittizi. "La scomparsa da internet non è per tutti. Ma se ci tenete sul serio alla vostra privacy, alla sicurezza e alla vostra reputazione, prendetevi il tempo e la briga di rendervi invisibili".

 Facebook, Internet, Twitter, Social Network, Cancekllarsi Social Network, Cancellare Propri Dati Web, Cancellarsi Internet, Cancellarsi Twitter, Canncellare Identità Internet, Come Cancellarsi Da Internet, Come Cancellarsi Dal Web, Come Disattivare Account Facebook, Disattivare Facebook,Disattivare Twittre, Tech, Notizie, Oltre lo schermo, Rendersi Invisibili Internet, Sparire Internet, Tech,Notizie
.

.
leggi tutto sullo zodiaco

leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share .

giovedì 6 marzo 2014

Attrici e Modelle e la Magia di Photoshop

ALICIA KEYS



Come appaiono i corpi delle attrici e modelle famose senza la mano esperta dei fotoritoccatori? 

CAMERON DIAZ




Eccone alcuni esempi.


JENNIFER LOVE HEWITT


-------------------------------------------------


LAUREN CONRAD




Sperando di iniziare a capire che quelle donne senza un difetto nelle copertine sono lì per vendere creme, non per stabilire degli standard di bellezza o “perfezione”. E’ un po’ come le mele, quelle cresciute nella natura incontaminata sono sempre un po’ imperfette, ma sono sempre le più buone!
.

KATE MOSS


----------------------

----------------------------------

TAMARA ECCLESTONE


-------------------------------------------------------------------------------------------------------

KESHA


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

MISHA BARTON


---------------------------------------------------------------------------------------------------

NICKY HILTON


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

TARA REID



E per chi si chiede come sia possibile, guarda come viene trasformata una donna di 200 kg in una supermodella:

. .

La magia di Photoshop


LEGGI ANCHE
http://cipiri.blogspot.it/2009/05/magrezza-estrema-colpa-dei-media.html
un corpo femminile magro. 


Ciò indica che nelle giovani donne, il fattore socio culturale è rilevante nel determinare l'ideale di bellezza verso cui tendere e verso cui conformarsi.




.

.
leggi tutto sullo zodiaco

leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share .

sabato 1 marzo 2014

Facebook Compra WhatsApp : Telefonate Gratis


Zuckerberg firmerà un assegno da 16 miliardi per acquisire WhatsApp. La SEC ha reso nota la procedura di acquisizione. Si parla di un bacino di utenza incredibile e di 1 miliardo di foto, 30 miliardi di messaggi e 200 milioni di messaggi vocali quotidiani se si uniscono le forze.

Facebook ha comprato WhatsApp per 16 miliardi di dollari. Poche ore fa un documento della SEC, l'ente federale preposto alla vigilanza della Borsa statunitense, ha confermato l'intera operazione. La piccola società californiana, ormai di fama mondiale grazie alla sua applicazione di messaging, continuerà a essere indipendente ma "accelererà la capacità di Facebook di portare connettività e benefici al mondo". Senza contare la possibilità di disporre finalmente sia di un canale di comunicazione sincrono che asincrono – chat e SMS.

C'è da immaginare che i 55 dipendenti di WhatsApp abbiano festeggiato alla grande, anche perché Zuckerberg ha previsto per loro un pacchetto azionario da 3 miliardi di dollari se decideranno di rimanere almeno quattro anni dopo la finalizzazione dell'acquisizione. L'attuale AD e co-cofondatore, Jan Koum, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Facebook ma il suo team rimarrà a lavorare negli uffici di Mountain View.

"WhatsApp è sulla strada di connettere 1 miliardo di persone", ha dichiarato Mark Zuckerberg in una nota. "I servizi che raggiungono un traguardo di tale portata sono tutti di un valore incredibile". Effettivamente secondo le stime, WhatsApp ormai è usato da almeno 450 milioni di persone ogni mese, con il 70% attivo praticamente ogni giorno.

"Questo consentirà a WhatsApp la flessibilità di crescere ed espandersi, mentre a me, Brian (l'altro fondatore Brian Acton, NdR.) e il resto del team di avere più tempo per concentrarci sulla costruzione di servizi di comunicazione il più veloce, affidabile e personale possibili", ha scritto sul blog ufficiale Kuam. E per chi subito ha paventato il rischio di pubblicità che possano interrompere le comunicazioni, Kuam ha ribadito di stare tranquilli poiché non sarà mai messo a rischio il cuore e la filosofia della piattaforma.

 Telefonate Gratis

Dopo che WhatsApp ha mandato in tilt il mercato degli sms delle grandi compagnie di telefonia mobile, ora, con l’acquisizione dell’App da parte di Facebook, lo scenario è ancora più rivoluzionario: Zuckerberg ha infatti annunciato che, a partire da giugno, WhatsApp consentirà di effettuare telefonate gratis grazie al sistema Voip, sfidando così anche Skype e Viber.

La notizia è di quelle bombe da generare un forte scossone nelle strategie commerciali delle più grosse aziende. Né c’è tempo da perdere per le contromosse perché il lancio del nuovo servizio di telefonate gratis è previsto per questa primavera: gli irriducibili della “scheda sempre vuota” avranno la possibilità di continuare a chiamare, nonostante siano in “bolletta”, sfruttando una connessione wi-fi a internet, senza così dover pagare un centesimo.

Gli operatori telefonici sono in forte allarme: compagnie come Vodafone e Telecom, temendo il tracollo delle prepagate, stanno puntando tutte le loro strategie commerciali sugli abbonamenti flat, in modo da assicurarsi il “fisso” minimo da tutti gli utenti derivante dalla connessione a Internet. Insomma, il mercato si sposterà da quello della telefonia a quello della connettività al web e, in futuro, c’è da attendersi che qualsiasi tipo di servizio telefonico sfrutterà non più le vecchie reti telefoniche, ma solo e semplicemente Internet.

Viene così svelata la ragione per cui un’azienda come WhatsApp che offre messaggi gratis possa valere 19 miliardi di dollari. Gli utenti attivi mensili di WhatsApp sarebbero circa 465 milioni, circa 330 milioni gli utenti giornalieri. E 15 milioni sono gli utenti che si sono aggiunti nell’ultima settimana. “Quando abbiamo raggiunto il primo miliardo di utenti ci siamo chiesti, cosa vogliamo fare ora? La risposta è stata: portare internet ai due terzi del pianeta che oggi non ne ha accesso” ha detto Zuckerberg al Mobile World Congress di Barcellona in questi giorni. Il risultato è interenet.org, che vede la collaborazione, tra gli altri, di Ericsson, Nokia, Samsung. “La nostra missione è portare internet a queste popolazioni, non la tecnologia in sé, ma quello che abilita” ovvero più informazione, accesso ad applicazioni e sapere (il ceo ha citato Wikipedia). Sono stati annunciati progetti in Ruanda, sulla formazione, e in India per portare la rete nei territori rurali.

Zuckerberg intende aumentare il numero di servizi internet gratuiti (tra questi ci sono Facebook e WhatsApp) in queste popolazioni, anche se si è detto fiducioso sulla possibilità che si possa sviluppare un business a pagamento. Tenendo conto che anche in questa edizione del Mobile World Congress attori come Nokia e Firefox hanno annunciato modelli sotto i 100 euro, vuol dire che l’obiettivo dell’industria si è spostato verso i Paesi emergenti.

 .

.
leggi tutto sullo zodiaco

leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share .
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari