mercoledì 15 giugno 2016

Facebook invita a segnalare le notizie false



Facebook invita a segnalare le notizie false
Una nuova funzione permette di indicare i contenuti non veritieri per ridurre la loro circolazione sul social network più frequentato del mondo. È la fine delle bufale sul web?


Quante volte vi siete arrabbiati nel vedere una notizia falsa condivisa dai vostri amici su Facebook? E quante volte siete stati voi, in un momento di inconsapevole leggerezza, a diffondere una bufala? A livello di qualità dell’informazione, quello delle “fake stories” è uno dei grandi problemi dei social network e – più in generale – dell’era della condivisione istintiva. Un problema di cui si sono resi conto anche nel quartier generale di Facebook. 

Come segnalare le notizie false: dopo aver cliccato sulla freccia a lato del post bisogna selezionare ‘segnala questo post’ e poi scegliere ‘non credo che debba essere su fb’. Infine potremo scegliere l’opzione ‘è una notizia falsa’.


In un post pubblicato ieri , la società di Menlo Park ha annunciato un’importante novità nella gestione delle news sul suo network. Tra le opzioni offerte agli utenti per segnalare un contenuto sgradito, sarà aggiunta anche quella riservata alle notizie false. Man mano che le segnalazioni relative a una news aumenteranno, questa inizierà a comparire con meno insistenza sulle bacheche degli utenti. Inoltre, nella parte alta della notizia sarà aggiunta la frase “many people on Facebook have reported that this story contains false information” (“secondo molte persone su Facebook questa storia contiene informazioni false”).  
La nuova funzione – che al momento non appare disponibile nella versione italiana del social network – sta inevitabilmente attirando le prime reazioni e discussioni sull’effettiva efficacia e sui possibili effetti collaterali. Un dubbio, già emerso per altri strumenti di Facebook, riguarda il suo potenziale abuso: il rischio che qualcuno inizi a segnalare notizie come false perché non è d’accordo sul loro contenuto. Un altro, più inedito, coinvolge i siti satirici come l’americano The Onion o l’italiano Lercio, le cui notizie per definizione sono false (anche se a volte tremendamente verosimili). Da questo punto di vista, il team di sviluppatori di Facebook è tranquillo: “Dai nostri test risulta che gli utenti tendono a non segnalare i contenuti umoristici e satirici. Su di loro la novità non dovrebbe avere effetti”. 

LEGGI ANCHE
VIRUS CHE METTE COMMENTI E VIDEO

.
Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet , blog personalizzati.
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Creo loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.

POI CONTATTAMI E TI PROGRAMMO LE PAGINE
IN BASE ALLE TUE ESIGENZE
IL TUO SITO E' LA TUA VETRINA NEL MONDO

.

Mi trovi QUI 


.
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALI
 OGNI DESIDERIO  REALIZZATO 
IL TUO FUTURO ADESSO 
esempio Sito Responsive
MUNDIMAGO


Nessun commento:

Posta un commento

Sono Webmaster Freelance http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari