mercoledì 27 gennaio 2010

il libro diventa digitale

Kindle, il libro diventa digitale
Kindle è un lettore portatile di libri digitali di Amazon. Con Kindle si possono leggere libri e consultare quotidiani online.




Entrare in una libreria o in una biblioteca, scegliere il libro che ci attrae e interessa, pregustarci il momento in cui arriveremo a casa e sedendoci comodi inizieremo a sfogliarlo e far scorrere le sue parole in noi.
Ecco, queste sono alcune delle emozioni che la lettura può provocare, alle quali possiamo aggiungere sensazioni varie tra cui il profumo della carta, il piacere di toccarla, la fantasia e l’immaginazione che prendono il volo con i personaggi e i paesaggi narrati, il nostro stato d’animo che cambia e il cuore che batte più forte per seguire una pagina avvincente o romantica.

Chi ama la lettura conosce queste sensazioni ed è per natura curioso, mi chiedo allora, cosa succederà ora con l’avvento di Kindle?
No! Fermatevi, non si tratta di merendine o nuovi biscotti, ma di un nuovo strumento altamente tecnologico di lettura.
Immaginate una specie di libro del futuro, o meglio un dispositivo portatile di lettura, prodotto da Amazon, super piatto, dal design accattivante, molto pratico e facile da usare, carico d’informazioni oltre che di una memoria capace di contenere decine di libri da leggere su uno schermo molto chiaro e luminoso, che non affatica gli occhi, grande solo venti centimetri per dodici, con schermo da sei pollici.
Una sorta di mini biblioteca tra le mani, concentrata e pratica alla portata dei più giovani ma anche di insegnanti, docenti, genitori e perché no, cyber-nonni!

I volumi che questo piccolo strumento informatico, può arrivare a contenere sono 200, dà la possibilità al lettore di leggere in modo classico “sfogliando” le pagine in modo sequenziale, oppure attraverso funzioni particolari.
E’ possibile farsi leggere il libro da una voce registrata e tale capacità è possibile grazie all’applicazione “Read-to - me”: due piccoli altoparlanti inseriti nella parte posteriore di Kindle raccontano il libro e attraverso gli auricolari è possibile ascoltarlo.
La seconda applicazione è chiamata “carta elettronica” e come ho fatto cenno prima consente una lettura rilassata e chiara, grazie a un supporto luminoso speciale che non affatica gli occhi.
Su Kindle è inoltre, possibile leggere anche i quotidiani, navigare sul web, seguire un blog.

Dunque siamo davanti ad una tecnologia intelligente, addirittura capace di fornirci, grazie ad un dizionario inserito nel sistema , la definizione istantanea delle parole in caso di dubbi sulle termini sconosciuti o difficili che emergono durante la lettura.
Forse e dico forse, ci troviamo davanti a una svolta epocale, ad un cambiamento di cui chissà cosa penserebbe Johann Gutenberg (inventore della stampa a caratteri mobili), con questa nuova invenzione i nostri figli e le future generazioni non terranno più in mano un libro, in questa società dove la navigazione sul web toglie già molto al piacere di leggere, dove le ricerche scolastiche si compiono su internet e non si sfogliano più le enciclopedie.
Sì le enciclopedie, vi ricordate che un tempo i nostri nonni e genitori, ci tenevano tanto, e scrupolosamente, magari con un sacrificio, mettevano via i soldini per nipoti e figli e periodicamente acquistavano un “pezzo” in più dell’ enciclopedia. Che bello, sfogliarle e imparare tante cose, un mondo dentro ogni foglio, e poi a scuola si facevano le ricerche ritagliando le figure dai giornali o da libri creati apposta per essere ritagliati!

Forse erano altri tempi, ma credo che la bellezza e l’amore che si prova nel tenere in mano un libro sia incomparabile, a volte mi domando se un giorno per una ragione scomparisse internet, cosa accadrebbe? Molti di noi si sentirebbero come pesci fuor d’acqua, mentre altri continuerebbero a pescare sempre dalla propria personale biblioteca, trovando nei libri, nei dizionari e nelle enciclopedie le risposte ad ogni perché!

La tecnologia è sempre importante e utile, risolve molte cose che un tempo l’uomo neanche si sarebbe potuto sognare, ma i libri a mio avviso detengono un fascino incrollabile, che spero mai possa risentire di attacchi provenienti dall’intelligenza artificiale.
Per ora dunque, continuiamo a essere curiosi, a scoprire nuove fonti di cultura, magari da usare in parallelo con quelle più classiche, ma nel frattempo, non perdiamo l’abitudine di leggerci un buon libro con il suo inconfondibile e unico profumo di carta appena stampata.
.
. -


.

Nessun commento:

Posta un commento

Sono Webmaster Freelance http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari