loading...

sabato 28 febbraio 2009

Socialnetwork, Comunicare , Condividere, facebook

.
Facebook, il più popolare e frequentato tra i social network al mondo, dopo la polemica sollevata sulla conservazione dei dati personali, in pieno spirito web 2.0, decide che le regole le devono scrivere gli stessi utenti.
A sorpresa, forse questa era la soluzione migliore, Zuckerberg invita gli utenti a scrivere le regole di Facebook, visto il polverone sollevato nei giorni scorsi a proposito della privacy degli stessi iscritti sul popolare social network. Ne avevamo parlato anche su questo blog. “Mentre aumentano le informazioni condivise tramite servizi come Facebook, si crea una nuova relazione tra le compagnie che lavorano in Internet e le persone che servono” - ha spiegato il Ceo del social network più famoso. “Le scorse settimane ci hanno ricordato che gli utenti hanno un senso di proprietà su Facebook stesso, non solo sulle informazioni che condividono”. Parole più che giuste e largamente condivisibili.

Nella pagina online, dove sono pubblicati i cosiddetti “Facebook Principles“, cioè le regole essenziali del servizio, sono già state apportate le modifiche richieste dopo il polverone sollevato negli ultimi tempi che ha visto la scesa in campo di molte associazioni di consumatori in difesa dei diritti degli utenti. Per tener fede all’intento di rendere “il mondo più aperto”, come si legge nelle prime righe, il network chiede ora la collaborazione di chi lo utilizza per correggere il testo nei punti che più hanno animato il web nelle ultime settimane e che sembrano tradire lo spirito democratico della comunità.

La parte più significativa di questo lavoro è l’idea che gli utenti sono padroni dei contenuti che immettono, i quali non concedono in modo “perpetuo e irrevocabile” (come diceva la versione contestata delle condizioni d’uso) i contenuti a Facebook ma possono deciderne la cancellazione. Anche se la totale cancellazione dei dati inseriti non è garantita.

Ed ecco allora il perchè del titolo Socialnetwork, Comunicare & Condividere, perchè è questo lo spirito del web 2.0 ed è questa la direzione su cui puntare oggi e nel futuro. E finalmente pare che anche Facebook se ne sia accorto…speriamo bene.
.
-


.

Nessun commento:

Posta un commento

Sono Webmaster Freelance http://www.cipiri.com/

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sosteniamo Mundimago

Segui RIFLESSI da Facebook

Segui RIFLESSI da Facebook
Siamo anche qui

Seguici da FACEBOOK

Seguici da FACEBOOK
siamo anche qui

Post più popolari